contact@agendadiasporei.com                                                                      
                                                                                                  

“Dragobete” – La festa degli innamorati in Romania (24 febbraio)

Nelle feste tradizionali si ritrovano vecchie credenze popolari e religiose, riti magici e leggende del passato. Nella tradizione romena la festa degli innamorati viene celebrata da antichi tempi il 24 di febbraio e si chiama „Dragobete” .

Il mito di “Dragobete” si festeggia nella spiritualità popolare nel giorno in cui la Chiesa ortodossa celebra la data del ritrovamento della testa di San Giovanni Battista. “Dragobete” è nella mitologia rumena il figlio di Baba Dochia, ed è una divinità mitologica simile al Cupido (Dio dell’amore nella mitologia romana) e simile all'Eros, degli antichi greci. Per i daci (il popolo romeno antico) lui rappresentava il Dio campestre dell’amore che fidanzava tutti gli animali della terra all’inizio della primavera.

“Dragobete” è anche simbolo della primavera, del risveglio della natura e di fertilità, il giorno in cui gli uccelli cercano i loro nidi. Si racconta che in questo giorno gli uccelli si fidanzano e “Dragobete” voleva celebrare l’unione delle creature del cielo e festeggiare in questo modo l’amore in tutte le sue forme. L’amore puro dei giovani veniva associato al canto e al cinguettio degli uccelli. Nelle credenze popolari in questo giorno non si sacrificavano animali se no l’incantesimo non funzionava.

La tradizione rumena riporta che nella mattina della festa le ragazze e le donne più giovani raccoglievano la neve fresca e con l’acqua così ottenuta si lavavano la testa per avere i capelli più belli. Nel giorno del “Dragobete”, chi partecipava alla festa era anche protetto da malattie nel corso dell’anno. I giovani del paese, vestiti con il meglio che avevano s’incontravano davanti alla chiesa, e se il tempo era bello andavano verso il bosco cantando e cercando i primi fiori di primavera. Le ragazze raccoglievano i fiori le violette e i bucaneve.

I fiori raccolti si mettevano accanto alle icone dei santi fino nel giorno delle “Sanziene”, che è la festa chiamata .”La Fata dai capelli d'oro” ( che si festeggia il 24 giugno) , dopo questo giorno i fiori venivano gettati nei fiumi. Nel ritorno in paese le ragazze correvano per prime e se il ragazzo riusciva a prendere la propria ragazza, gli poteva dare un bacio in pubblico, gesto che simbolizzava il legame d'amore per un intero anno, ed era visto come un vero fidanzamento. Da qui la parola “Dragobete bacia le ragazze”.

L’intera comunità del paese era curiosa di sapere quali erano i futuri sposi e quali erano quelli che rimanevano fino al prossimo anno non fidanzati.

Alina Breje

 

Rate this item
(0 votes)

Nu suntem noi!!!

Diaspora eroica

Un român a salvat un cuplu de italieni dintr-o explozie

Un alt român şi-a riscat viaţa salvând un cuplu de italieni dintr-o explozie. Incidentul s-a produs aseară, în localita (...)

Carte de vizita

Carte de vizita

Important pentru diaspora

Material informativ despre contractul de muncă, salariul minim, programul de lucru, concediul de odihnă, concediul medical, sănătate şi siguranţă etc. realizat de Inspecția Muncii Britanică.
Pentru încălcarea drepturilor de muncă sau exploatare prin muncă, puteţi contacta GLAA la: E-mail: intelligence@glaa.gsi.gov.uk, intelligence@glaa.gsi.gov.uk; Telefon: +44 (0)345 602 5020 sau linia de raportare confidențială, gratuită: 0800 432 0804
Harta interactivă a celor 378 de lăcaşe de cult româneşti din Italia. 

Prin intermediul acesteia sunt disponibile informaţii şi date de contact ale lăcaşelor de cult.
Harta interactivă a şcolilor din Italia unde se desfășoară cursuri de Limbă, Cultură și Civilizație Românească și lectorate de limbă română
Prin intermediul acesteia sunt disponibile informații despre unitățile de învățământ, dar și despre numărul grupelor și al elevilor, numele profesorului și adresa fiecărei școli incluse în program.
Cursul de Limbă, Cultură şi Civilizaţie Românească şi despre lectoratele de limbă română de la universităţi din Italia